“A causa dell’erosione degli argini del fiume Sarno ed a tutela dei cittadini, ritengo che il sindaco debba chiudere metà carreggiata di via Ripuaria, la parte più vicina al corso d’acqua”. Il parere tecnico dell’ingegner Michele Fiorenza, del comune di Pompei, è netto, drastico. Dopo l’intervento dei vigili del fuoco del 3 mattina, il tecnico di Palazzo de Fusco, ha stilato una relazione sullo stato della strada, su richiesta del primo cittadino.

Fiorenza motiva così la sua posizione: “l’erosione – dice - ha una profondità media di un metro ed una lunghezza variabile dai 10 ai 20 metri lineari. Per questo motivo vi sono cedimenti che interessano il marciapiede e la stessa carreggiata”.

FONOGRAMMA DEI POMPIERI. Ha un parere discordante, invece, sulla relazione dei vigili del fuoco che hanno stilato ed inviato al Prefetto subito dopo l’intervento sotto il ponte che sovrasta la statale sorrentina. “Sono subito accorso sul posto dopo la caduta del cemento – afferma Fiorenza – ed ho notato che quella parte già era stata interessata da una precedente riparazione da parte dell’ANAS. Tuttavia credo che la deduzione del funzionario dei pompieri, sulla deformazione dei ferri d’armatura, sia generica e incompetente”.

IL MESSAGGIO DI ULIANO. “Ritengo doveroso – ha affermato il primo cittadino - spiegare a chi in questi giorni sta vivendo momenti di forti disagio perché ci troviamo ad affrontare questa situazione e quali sono le prospettive future. Come sempre userò parole di chiarezza e verità perché questo è ciò che la Città merita”.

Il rapporto dei Vigili del Fuoco

Ordinata la chiusura di via Ripuaria

La Forgione scrive alla Procura della Repubblica

Emergenza Ponte via Ripuaria

Il Comandante Petrocelli sul 'senso unico a via Ripuaria'

La denuncia del Sindaco Uliano

L'allarme del Professor Lafratta

Tavolo tecnico per l'erosione via Ripuaria

Via Ripuaria sprofonda