“Quanto stamane è accaduto all' imbarco Archeo Linea di Torre Annunziata è la riprova di quanto importante sia l'utilizzo delle Vie del Mare quale mezzo alternativo alla mobilità tradizionale”. 

Così Alilauro, attraverso una nota stampa, replica alle accuse lanciate dal sindaco di Torre Annunziata Vincenzo Ascione, in merito alle proteste di alcuni utenti de “Le vie del mare” che, anche nella mattinata di oggi, non hanno potuto usufruire del servizio annunciato dal governatore della Campania Vincenzo De Luca. In un post su facebook il primo cittadino oplontino aveva preso le distanze dall’organizzazione.

Ma Alilauro non ci sta e corre ai ripari, assumendosi le responsabilità degli inconvenienti capitati ai turisti “rimasti a piedi”, impegnandosi però a mettere in campo un mezzo di stazza superiore per far fronte alle richieste: “Ci dispiace molto per la situazione creatasi, che si lega ad un momento particolare, quello di dover iniziare a gettare le fondamenta per un servizio alternativo basato sui trasporti via terra. Quanto stamani è accaduto all' imbarco Archeo Linea di Torre Annunziata è la riprova di quanto importante sia l'utilizzo delle Vie del Mare come mezzo alternativo alla mobilità tradizionale. Tuttavia, si tratta di un servizio sperimentale, anche a causa del fatto che al porto non sussistono ancora adeguate infrastrutture, in fase di ricerca congiuntamente all’operato della Capitaneria di Porto”.

Ecco allora la piccola promessa per i futuri clienti del servizio Vie del Mare: “Se non da domani, faremo il possibile per far sì che, dalla prossima settimana, il servizio venga ampliato con l’impiego di un mezzo di trasporto di stazza più grande. Nel frattempo – conclude Alilauro – si invita l’utenza ad affidarsi ai mezzi online attraverso il sito www.alilauro.it e/o la app Alilauro Ship scaricabile gratuitamente dagli Store Android ed Apple, anziché all’acquisto last minute”. 

Sindaco Ascione ringrazia per il raddoppio delle corse di "le vie del mare"

due nuove imbarcazioni per "le vie del mare"

Le polemiche