Ha violato i domiciliari ma al ritorno a casa viene rifiutato dalla madre.

E’ quanto accaduto nella giornata di ieri nel corso di alcuni controlli a tappeto effettuati dalla Polizia Ferroviaria in tutta la Regione Campania.

Due arresti, sei denunce in stato di libertà e nove ordini di allontanamento: questo il bilancio dell’operazione, unità a contravvenzioni e sequestri per aver violato le disposizioni in materia di sicurezza in città.

Tra questi, singolare vicenda per M.I., 31enne originario di Nocera Superiore. Nel corso di alcuni controlli a sorpresa da parte della Polfer, l’uomo è stato colto senza biglietto alla stazione di Torre Annunziata. Da un rapido controllo negli archivi interforze, lo hanno arrestato per evasione: l’uomo infatti era detenuto in regime di arresti domiciliari. Nonostante ciò, si era arbitrariamente allontanato dalla propria abitazione, violando la misura detentiva.

Su disposizione del pm di turno presso il tribunale di Torre Annunziata, M.I. è stato ricondotto ai domiciliari nell’abitazione che condivide con la madre. Poi il colpo di scena: è stato rifiutato dalla madre stessa che non ha voluto più accoglierlo in casa. E’ stato necessario, pertanto, informare il Gip del tribunale di Benevento il quale, tenuto conto della situazione di salute dell’uomo, ha accolto la richiesta del difensore di fiducia di sostituire la misura degli arresti domiciliari con altra misura meno gravosa. Il Gip ha concesso l’obbligo di dimora nel comune di residenza con presentazione alla polizia giudiziaria.