In carcere per detenzione di armi e associazione camorristica: il Riesame scarcera nuovamente Giuseppe Polise, andrà agli arresti domiciliari. Il tribunale della libertà ha accolto la richiesta del ras del clan Pesacane egemone sul territorio di Boscoreale annullando di fatto l’ordinanza emessa del Giudice per le Indagini Preliminari di Napoli.

Nonostante le accuse mosse dalla Dda su detenzione e porto illegale di armi con l’aggravante dell’associazione per delinquere di stampo camorristico, e nonostante Polise si fosse reso latitante per circa tre anni durante il periodo oggetto di indagine, il Riesame ha accolto la tesi del difensore secondo cui non possano dirsi sussistenti elementi recenti ed idonei per ritenere l’attualità del pericolo che l’indagato possa commettere altri reati.

Polise, difeso dall’avvocato Antonio Iorio del foro di Torre Annunziata, andrà quindi ai domiciliari presso la sua abitazione di Boscoreale nonostante la stretta parentela allo storico boss di Boscoreale Peppe Pesacane, attualmente detenuto e nonostante a suo carico vi sia altro procedimento penale che finirà di scontare nel 2029.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

vai al video