E’ stata arrestata con l’accusa di tentato omicidio la 22enne che aveva accoltellato una coetanea all’esterno della discoteca Villa Zaira di Castellammare lo scorso 31 luglio.

A eseguire l’operazione i carabinieri della Compagnia stabiese, che hanno reso esecutiva un’ordinanza di custodia cautelare applicativa agli arresti domiciliari emessa dal gip del Tribunale di Torre Annunziata su richiesta della Procura.

La 22enne è finita in manette con l’accusa di tentato omicidio. La lite si era scatenata per futili motivi. La vittima aveva tentato di placare gli animi e difendere un’amica che stava litigando con l’arrestata. Salvo poi essere stata colpita con due fendenti, uno alle spalle e uno al torce.

Da Villa Zaira una corsa disperata all’Ospedale del Mare di Napoli, dov’è rimasta ricoverata per una settimana. Le successive indagini, condotte dal Nucleo Operativo e Radiomobile e coordinate dalla Procura, grazie all’ausilio delle immagini di videosorveglianza, hanno consentito di individuare l’autrice dell’accoltellamento.

Secondo quanto si evince dai filmati la 19enne è stata spinta a terra e poi colpita per due volte, dopo essersi anche rialzata.

La 22enne, dopo le formalità di rito, è stata sottoposta al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione.