La banca maltese Bank of Valletta (BoV) ha confermato di aver raggiunto un accordo stragiudiziale con i curatori del fallimento Deiulemar, la società armatoriale di Torre del Greco travolta dieci anni fa da una bancarotta fraudolenta che bruciò oltre 720 milioni di euro investiti da quasi tredicimila risparmiatori.

L'istituto ha reso noto, con un comunicato riportato dai media maltesi, di aver "raggiunto un accordo tra la Banca e i curatori in base al quale, senza ammissione di responsabilità da nessuna delle parti, la Banca verserà ai curatori la somma di 182,5 milioni di euro a totale e definitiva definizione delle controversie e di tutte le pretese che era stato fatto dai curatori contro la Banca".

"La Banca - continua la nota di BoV - d'ora in poi si troverà in una posizione patrimoniale complessivamente più sicura e sarà in una condizione migliore per svolgere la propria attività con fiducia e sostenibilità".

L'accordo era stato annunciato ieri dai tre curatori (Giuseppe Castellano, Massimo Di Pietro e Antonio Denotaristefani di Vastogirardi) spiegando che esso prevede "un pagamento solutorio in tempi brevissimi di 180.587.000 euro oltre alle spese legali come liquidate nella sentenza emessa dal tribunale di Torre Annunziata, e di conseguenza la possibilità di distribuire immediatamente il ricavato netto tra i signori creditori, per cui si prospetta la possibilità di eseguire un consistente riparto in tempi molto rapidi".

Nel 2018 un'ordinanza del tribunale di Torre del Greco aveva gravato BoV di un sequestro di beni pari a 363 milioni e la banca aveva affidato la somma ad un soggetto indipendente, tuttavia rifiutando di effettuare il pagamento ai creditori e presentando ricorso alla Corte dei diritti umani di Strasburgo sostenendo di non aver avuto un processo equo in Italia. Il ricorso era stato respinto dalla Corte, così come i curatori avevano rigettato una iniziale proposta di transazione da 50 milioni di euro.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

L'accordo