“Al Covid Hospital ci sono tanti giovani ricoverati. E tutto ciò è devastante”. L’allarme era stato già lanciato da Irene Iorio e Giovanna Cangiano, infermiere professionali del Covid Hospital Boscotrecase.

Le due operatrici del Sant’Anna Madonna della Neve hanno così voluto sensibilizzare le persone che vivono il dramma dall’esterno di un presidio ospedaliero. “Purtroppo alcuni di loro non ce la fanno e questo ci spaventa. . Il nostro invito è quello di stare attenti e di non essere superficiali. Pensate bene a quello che fate”.

Il dato sconfortante era stato già espresso anche da Pina Tommasielli dell’Unità di Crisi della Regione Campania. "Ci sono molti giovani intubati". Hanno 18 anni, qualcuno 19 o venti. Ragazzi in terapia intensiva negli ospedali di Napoli per il virus. “Il dato più raccapricciante di questa terza ondata, è il numero di giovani (18-19-20 anni) nelle terapie intensive degli ospedali cittadini. Ci sono molti giovani  intubati. Chiudiamoci in casa e, se chiamati, andiamoci a vaccinare”.