I carabinieri della compagnia di Torre Annunziata hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale oplontino nei confronti di Anna Basco.

La donna è ritenuta responsabile, in concorso con il figlio minore già detenuto dopo essersi costituito, dell’omicidio del 30enne Antonio Rivieccio, avvenuto lo scorso 11 marzo al Piano Napoli di Boscoreale.

Le indagini coordinate dalla Procura di Torre Annunziata hanno accertato che il figlio della Basco, a seguito di una lite per futili motivi, aveva esploso tre colpi d’arma da fuoco contro la vittima causandone il decesso.

Il minore, secondo quanto scoperto dagli inquirenti, era stato istigato dalla madre, che dopo l’omicidio ha anche aiutato il figlio a disfarsi dell’arma, occultandola in un luogo sconosciuto.

Anna Basco è stata associata alla Casa Circondariale femminile di Pozzuoli.