“In merito alla interrogazione del consigliere regionale Frezza sul progetto Eav a Pompei, gli ho spiegato i motivi per i quali il tutto andrà avanti e non si fermerà”. Secca la risposta del Presidente dell’Ente Autonomo Volturno, Umberto De Gregorio che ribadisce che ‘nulla può ostacolare i lavori sul territorio pompeiano”.

Frezza ha fatto richiesta di un comitato tecnico scientifico che vada a ‘verificare se la realizzazione dei sottopassi EAV sia la soluzione tecnica più idonea per la citta di Pompei”.

La risposta di De Gregorio non è tardata ad arrivare: “Il progetto ha ottenuto il via libera amministrativo da parte di tutti gli enti competenti – precisa -  I comitati sono stati ascoltati diverse volte e per quanto possibile si è tenuto conto delle loro richieste”.

Il Presidente ha più di una volta ribadito quanto il progetto sia fondamentale soprattutto per l’eliminazione dei passaggi a livello sul territorio pompeiano: “Una cosa è certa – continua De Gregorio - dobbiamo eliminare tutti i passaggi a livello dalla città (ce lo impone la normativa europea e quella nazionale sulla sicurezza ferroviaria) ed il sottopassaggio è cento volte meno pericolo di un passaggio a livello, dove avvengono l’83 per cento degli incidenti mortali”.

De Gregorio ha voluto ribadire un concetto fondamentale, visto che i lavori a Pompei partiranno molto probabilmente dopo l’estate: “EAV non si ferma – conclude De Gregorio - e chi dovesse fermare i lavori se ne assumerà tutte le responsabilità, contabili e legali. 

il confronto

l'interrogazione