Caos al Consiglio Comunale pompeiano. Oggi a Palazzo De Fusco la riunione tra Consiglieri e sindaco, nove interrogazioni su tredici punti all’ordine del giorno affrontate in giornata.

Un Consiglio Comunale infuocato che ha visto fin da subito gli scontri tra maggioranza ed opposizione e che ha costretto il sindaco Carmine Lo Sapio a parlare a quattr’occhi con i consiglieri firmatari delle interrogazioni, prima dell’inizio ufficiale del consiglio.

Basta con le sceneggiate e le strumentalizzazioni – ha detto il sindaco - E’ chiaro che il tentativo dell’opposizione è quello di cercare di far prevalere cose diverse da quelle che l’amministrazione fa. Devo dire che puntualmente il tutto riguarda sempre aspetti tecnici di vari argomenti su cui non sono in grado di rispondere”.

Non è mancata la risposta di Domenico Di Casola, leader d’opposizione e candidato a sindaco alle scorse elezioni che ha visto Lo Sapio vincitore: “Abbiamo ritenuto su diversi aspetti di fare interrogazioni orali perché mi preme che la città sappia e abbia chiarimenti – dichiara - I fatti diranno se siamo in buona o cattiva fede”.

Ma la maggioranza non ha tardato a dire la sua: “In Consiglio ci dovremmo attivare per un confronto costruttivo – sottolinea la Consigliera Piedipalumbo -  invece qui si parla di polemica e provocazioni. Noi rappresentiamo i cittadini, chi ci ascolta vuole un confronto non questo”.

“La mia risposta – conclude il sindaco -  è che io condivido integralmente ciò che scrive il Dirigente, poi se voi volete perdere tempo e strumentalizzare è altra storia.  Se ci sono altri chiarimenti da fare, li mettete per iscritto, li rinvio al dirigente e poi vi risponderò al prossimo consiglio”.