Giovanni è morto a 22 anni mentre era in vacanza. Travolto con la sua moto da un'auto sulla litoranea di Eboli nel giorno di Ferragosto. Un' inchiesta dovrà accertare se con soccorsi più tempestivi si poteva salvare come in queste ore si chiede la famiglia Alfano, sconvolta dalla tragedia. Ancora non sono stati fissati i funerali in attesa che si svolga l'autopsia disposta dal magistrato di turno della Procura del salernitano. Intanto oggi Gragnano è in lutto cittadino per la sua morte. Sospese le iniziative in programma nella settimana di Ferragosto. L'ha proclamato, nella serata di ieri, il sindaco Nello d'Auria dopo i tanti commenti che criticavano la scelta di fare proseguire i festeggiamenti in calendario per la Madonna dell'Assunta.

Scrive il sindaco D'Auria nella tarda serata di ieri: "È da ieri che Gragnano non si dà pace. Oggi ho fatto visita ai familiari facendo comprendere la vicinanza delle istituzioni, successivamente mi sono confrontato con il Comitato dei festeggiamenti di Maria dell’Assunta. Insieme abbiamo deciso di rimandare tutto a data da destinarsi,di lasciare la città nel silenzio, affranta dal dolore".

Poi il ricordo: "Non doveva andar così e Giovanni ha 22 anni per sempre. Il dolore di una vita strappata, l’ingiustizia di un entusiasmo squarciato. Niente lenirà il dolore, ma il ricordo ci aiuterà a tenere in vita un ragazzo e il suo sorriso".

 Oggi lutto cittadino.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

i funerali

l'incidente