Scipparono una donna infilando la mano nell’abitacolo dell’auto, prendendo la borsa che aveva sul sedile passeggero. Arrestati Nicola Garofalo (già in carcere per l'aggressione a un figlio di un dirigente comunale di Torre Annunziata, ndr) e Stiliyan Iyubenov, rispettivamente un italiano e un bulgaro di 42 e 20 anni, residenti a Boscoreale.

I due, entrambi già noti alle forze dell’Ordine, sono ritenuti autori di uno scippo commesso il pomeriggio del 13 settembre a Terzigno. In sella ad uno scooter si erano avvicinati all’auto di una donna che stava rientrando a casa. Garofalo era sceso dal mezzo, aveva infilato il braccio nell’abitacolo approfittando del finestrino aperto a metà ed aveva arraffato la borsa che la vittima teneva sul sedile del passeggero.

Subito dopo il furto la signora aveva denunciato tutto ai carabinieri, portando con sé le immagini della videosorveglianza installata nella sua abitazione. E’ stato proprio grazie a queste immagini, ma anche alla conoscenza del loro territorio e dei soggetti pericolosi, che i carabinieri di Boscoreale sono riusciti a identificare i due malviventi.

All’arrivo dei carabinieri, i due erano nelle loro abitazioni: durante le perquisizioni domiciliari, i militari hanno ritrovato gli indumenti che i 2 indossavano il giorno dello scippo. lyubenov addirittura indossava la stessa maglietta anche quando i carabinieri lo hanno stanato.

Sequestrato anche lo scooter utilizzato per lo scippo: era parcheggiato fuori casa di lyubenov a cui un ragazzo lo aveva prestato.

Terminate le formalità di rito, lyubenov è stato sottoposto agli arresti domiciliari mentre Garofalo, già detenuto in carcere dall'11 ottobre scorso per la rapina e aggressione al figlio di un dirigente comunale di Torre Annunziata, resta in carcere.

(foto: repertorio)