“Abbiamo messo insieme l’esperienza di persone qualificate che per anni hanno immaginato un luogo in cui fare politica vera. Il Movimento 'Per' è un contenitore di storie personali messe a disposizione della comunità per dare il via ad un processo di rinnovamento”.

Ospite nella nostra redazione l’avvocato Francesco Alessandrella, esponente del Movimento 'Per'. Si scaldano i motori della campagna elettorale. Torre Annunziata ritorna al voto dopo due anni di commissariamento per infiltrazioni camorristiche. Alla guida del movimento politico Luigi Mollo e Giuseppe Trerè. “La nostra è una storia lunga, nata quattro anni fa alle Regionali del 2020 nella coalizione con De Luca. In quella elezione non siamo riusciti ad entrare in consiglio regionale per soli 400 voti, ma questo non ci ha impedito di crescere. Siamo presenti infatti a Napoli in 8 circoscrizioni e in diverse città della provincia come Pomigliano e Villaricca. A Torre del Greco poi abbiamo eletto un consigliere e esprimiamo anche un assessore. Alle prossime amministrative scenderemo in campo con una lista di persone legate al mondo dell’associazionismo e del volontariato laico e cattolico. Al momento stiamo dialogando con tutte le forze progressiste – continua Alessandrella – Ho letto le recenti dichiarazioni del Senatore Mazzella e spero in un ripensamento. Noi del Movimento Per ci auguriamo che Pd e 5 Stelle trovino un'intesa”.

Dopo le dichiarazioni al vetriolo di Orfeo Mazzella rilasciate ai nostri microfoni, sembrerebbe insanabile la frattura tra dem oplontini e pentastellati. Il Movimento Per confida in un’inversione di marcia in virtù di un’ampia coalizione progressista, ma c’è una condizione sul Partito Democratico: “Basta con i vecchi volti della politica locale. Chi ha fallito deve farsi da parte e lasciare spazio a nuove personalità. Bisogna accantonare le velleità personali e capire quando mettersi da parte per il bene della comunità. Non si può cambiare il destino di Torre Annunziata senza un autentico processo di rinnovamento”.

Tema centrale del programma la riqualificazione dei quartieri a rischio. Dalla ghettizzazione alla creazione di un’unica e solida comunità. “Torre Annunziata è spaccata a metà, ma questa guerra tra poveri non ha senso. A prescindere da nord e sud siamo tutti in difficoltà e dobbiamo fare fronte comune per risalire la china. Perché condannare Rovigliano, ad esempio,  all’isolamento? Quell’area è ricca di potenziale e potrebbe essere il fiore all’occhiello della città”.

@lostrillone.tv

#TorreAnnunziata al voto, l'appello della Lista Per: 'Serve coalizione forte. Pd e 5stelle trovino un'intesa'. Alessandrella: ‘Basta con i vecchi volti della #politica. Fatevi da parte, avete fallito’

♬ suono originale - loStrillone.tv

Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

vai al video