Il problema è sempre lo stesso. Mancano i controlli e le persone non denunciano”. La consigliera comunale di Torre Annunziata Maria Teresa De Martino commenta così l’ennesimo raid in città. A farne le spese la pizzeria Plinio, colpita da una bomba carta scoppiata all’esterno del locale, danneggiando la saracinesca e l’interno dell’esercizio commerciale.

Un raid che ha fatto tornare l’incubo racketTorre Annunziata. I carabinieri continuano a non scartare alcuna ipotesi e continuano nelle indagini, acquisendo anche le immagini dei sistemi di videosorveglianza, nella speranza di trovare elementi utili per ricostruire la dinamica del raid e gli eventuali responsabili.

“A volte è anche difficile denunciare per il fatto che i raid, nella maggior parte dei casi avvengono di notte, con poca luce - ha continuato la consigliera comunale – ma non possiamo non notare la quiescenza con cui vengono affrontate queste questioni”.

LE PAROLE DI ASCIONE. Il primo cittadino ha condannato con fermezza il gesto di “evidente matrice criminale, esprimo piena solidarietà al titolare dell’esercizio commerciale. Purtroppo non si tratta di un episodio isolato. Negli ultimi mesi, infatti, altri commercianti sono stati vittime di atti intimidatori. Ma questa Amministrazione non arretrerà di un passo. Insieme a tutte le forze sane della città, alle forze dell’ordine e alla Magistratura – ha continuato Vincenzo Ascione - continueremo a profondere il massimo sforzo affinché non si abbassi la guardia e si riesca ad assicurare alla giustizia chi si macchia di questi gesti gravissimi e deplorevoli”.

I COMMERCIANTI. Ancora una volta dobbiamo commentare un episodio gravissimo – ha spiegato Giuseppe Manto, presidente di Confcommercio a Torre Annunziata -. Esprimiamo solidarietà ma nel frattempo – commenta amaramente – aspettiamo il prossimo episodio. Speriamo che qualcuno dall’alto del suo potere prima o poi metta fine a tutto questo, perché non è possibile vivere in un clima così insopportabile, nonostante una città quasi militarizzata”.

La visita dell'Osservatorio

Incubo racket