Cittadini tenuti in ostaggio dai cantieri. A Torre Annunziata è scoppiato il caos sulla viabilità dopo l’inizio dei lavori di collettamento dei reflui all’impianto di depurazione di Foce Sarno.

Da questa mattina sono stati aperti i lavori, generando confusione sulla circolazione stradale. Una delle principali arterie cittadine, infatti, sarà interessata dalle opere. Si tratta di Via Gino Alfani, autentico cuore pulsante della città, nonostante le restrizioni covid.

Il nuovo dispositivo di traffico, infatti, prevede la chiusura al traffico della strada, con divieto di sosta e rimozione forzata, dall’intersezione con via Fusco fino a quella con via Gambardella. Inoltre, sempre su via Gino Alfani, è stato istituito il doppio senso di circolazione nel tratto compreso dall’intersezione con Rampa Nunziante fino a quella con corso Umberto I, con divieto di sosta e rimozione forzata sul lato sinistro della strada in direzione corso Umberto I.

Numerosi i disagi riscontrati dai cittadini, alle prese con la nuova viabilità. Con l’aggravante di ulteriori cantieri in altre zone della città che hanno costretto la popolazione a delle corse a ostacoli per raggiungere le loro destinazioni. Oltre alla chiusura da anni di Corso Vittorio Emanuele III, un altro cantiere è presente su via Vittorio Emanuele II, più altri lavori di riqualificazione all’uscita dei caselli di Torre Annunziata Sud. Il tutto in concomitanza con un incremento afflusso di persone in città per l’apertura dell’hub vaccinale nell’ex ospedale civile di Piazza Ernesto Cesaro.

Una serie di lavori iniziati simultaneamente. Opere necessarie ma che hanno finito per mettere in crisi la circolazione stradale.

il commento

i lavori