Da dieci giorni senza giunta, città paralizzata. Il sindaco Ascione è ancora senza assessori dopo l’azzeramento firmato quasi due settimane fa. Dieci giorni senza firmare un atto, senza prendere una decisione e senza certezza sul futuro di Torre Annunziata.

“il sindaco sta cercando un ingegnere” – afferma un consigliere comunale fedelissimo del primo cittadino di Torre Annunziata - al quale affidare le deleghe ai lavori pubblici e urbanistica”. Ma la verità è che Ascione non trova pretendenti perché nessuno vuole prendersi la patata bollente. Dopo gli arresti di Ariano e Ammendola e l’inchiesta che ha travolto l’ufficio tecnico, nessuno è disponibile a fare l’assessore di quel ramo.

Nel frattempo i nomi anticipati dal nostro giornale venerdì scorso non hanno trovato smentita, né dal sindaco, né dai diretti interessati. Sono pronti quindi per rientrare in giunta Anna Vitiello e Luigi Cirillo. Alla prima verranno confermate le deleghe a Cultura e Pubblica Istruzione. Cirillo quasi certamente lascerà le politiche sociali e prenderà le deleghe a bilancio e tributi. Le politiche sociali saranno affidate alla new entry Luisa Refuto (già assessore alle politiche sociali a Torre del Greco, ndr) mentre all’avvocato Maria Florinda Di Leva andranno avvocatura e contratti.

Resta quindi il nodo lavori pubblici e urbanistica, mentre la scadenza del 30 giugno, per adottare il Puc, si avvicina. E entro fine luglio va approvato il bilancio.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"