Servizio di mensa scolastica, tariffe aumentate del 30 per cento.

Il servizio di refezione a Torre Annunziata non è ancora iniziato (sarà attivo dal 7 ottobre, ndr), ma inizia già a far parlare di sé. Il comune ha infatti reso note le quote contributive per singolo pasto, facendo registrare un aumento di poco inferiore al 30 per cento.

“E’ stata una decisione sofferta e dettata dai problemi di cassa comunale - ha spiegato Nicola Anaclerio, dirigente delle Politiche Sociali del comune di Torre Annunziata e coordinatore dell'Ufficio di Piano Ambito N30 -. Abbiamo dovuto adottare questa misura perché espressamente richiesta dall’ufficio di ragioneria comunale. Nonostante i tagli effettuati, una serie di tariffe sono state ritoccate, tra le quali anche il servizio mensa scolastica”.

L’aumento è stato approvato il 25 marzo scorso, con la delibera di giunta numero 65 che definisce il “livello di copertura dei costi dei servizi a domanda individuale per l’anno 2019” e che riguarda anche i servizi per anziani e disabili, servizi per la prima infanzia, fitto strutture e impianti sportivi e, come detto, anche il servizio di refezione scolastica.

Analizzando le quote contributive per singolo pasto valide per l'anno in corso, prendendo però come riferimento la tariffa intera della quota di fascia ordinaria, se per l’anno appena trascorso un pasto per la scuola dell’infanzia costava 2,20 €, per l’anno scolastico 2019/2020 ne costerà 3 €, un aumento di circa 4 euro a settimana, circa 144 euro per anno scolastico. Un aumento significativo che inevitabilmente si ripercuoterà sulle tasche dei cittadini.

il servizio