Dopo aver attaccato il sindaco, alla fine ha scelto di dare una mano al primo cittadino. E il suo partito lo scarica. Protagonista di questa piroetta è Francesco Nella. L’esponente politico, da poche settimane in consiglio comunale grazie alle dimissioni di Pasquale Iapicca, ha deciso di abbracciare il sindaco Ascione e voltare le spalle al partito che lo ha fatto entrare in consiglio comunale. Un’operazione di trasformismo da far invidia a Scilipoti.

Lo scorso fine settimana Franco Nella ha partecipato alla conferenza stampa del suo partito durante la quale furono dette parole dure contro l’amministrazione Ascione., ritenuto capace di “dare priorità soltanto alle poltrone”. Pochi giorni dopo quella conferenza stampa, Nella “ci ripensa” e decide di unirsi all’amministrazione Ascione, travolta negli ultimi mesi dagli scandali delle mazzette e dagli arresti della Guardia di Finanza.

Duro il commento dell'Udc: "Nella ha agito per proprio ed esclusivo interesse non seguendo la linea dettata da questo direttivo - ha dichiarato il segretario cittadino Domenico Iapicca -. Riteniamo chiuso il percorso con lui. Dopo la sua entrata in consiglio ha scelto di mettere in atto un vero e proprio tradimento non solo nei confronti del partito ma soprattutto dell'elettorato. E noi ci siamo fidati, anche perché il nostro ex consigliere è un catechista, impegnato seriamente nel mondo del volontariato”.

Una stoccata però il partito la riserva anche per il sindaco Ascione: “Oggi è stata scritta una delle pagine più brutte della storia politica della nostra città. Un sindaco, abbandonato dal proprio partito, completamente in contrasto con gran parte della maggioranza che lo ha sostenuto alle scorse elezioni, si è reso protagonista nelle ultime ore di una campagna acquisti al ribasso, una becera spartizione di posti e di un presunto potere che ha dimostrato ampiamente di non essere in grado di gestire”.