“Ascione ha scelto irresponsabilmente di tirarsi fuori da questo partito, millantando fantomatiche anomalie di tesseramento. Non capisco come mai continui ad attaccarci trasgredendo le regole”.

Il segretario cittadino del PD di Torre Annunziata Francesco Savarese “bacchetta” il sindaco. Il suo commento arriva a margine della conferenza stampa tenutasi nel circolo locale di Corso Vittorio Emanuele III alla presenza dell’ex sindaco e presidente del circolo Luigi Monaco, convocata per presentare il prossimo dibattito sul commercio in programma il 29 febbraio.

LA STOCCATA AL SINDACO. “A tre mesi dal mio insediamento ci ritroviamo ancora a discutere di questa vicenda – ha continuato Savarese -. Nonostante questo, il Pd resta la casa di tutti, specialmente di tutti quelli che hanno deciso di rispettare le regole del partito. Fin quando Ascione e chi è solidale con lui, continuerà a delegittimare il congresso, ad attaccare il segretario provinciale e a mettere sotto i piedi il nostro regolamento, a non pagare le quote associative, non ci potrà essere dialogo”. Sulla stessa lunghezza d’onda l’ex sindaco Luigi Monaco: “Le affermazioni di Ascione hanno creato un corto circuito, ma cercheremo di ritrovare una sintesi che però, ad oggi, non abbiamo trovato”.

LA PRESENZA DI GERMAINE POPOLO. Alla conferenza era presente anche la consigliera comunale di Germaine Popolo, di fatto l’unica esponente a restare in quota Pd dopo la scelta “scissionista” del resto del gruppo che è rimasto al fianco di Ascione. “Se le cose restano così – ha affermato Savarese – vorrà dire che le nostre iniziative verranno portate all’attenzione del consiglio comunale grazie a lei”.

NO IMMOBILISMO. “Abbiamo deciso di voltare pagina rispetto al passato e cercare di fare politica attiva e cancellare l’immobilismo degli ultimi anni”. E’ quello che continua a ripetere Savarese nel corso degli ultimi 3 mesi. Dopo il primo confronto sul lavoro, è infatti in programma un altro dibattito tematico sul commercio. Un confronto che, salvo cambiamenti di programma, non vedrà coinvolto lo stesso sindaco Ascione. “Lo abbiamo invitato ma non ci sarà per via di un altro impegno concomitante”, ha fatto sapere Savarese.

IL TEMA LAVORO. Richiamato il tema del convegno organizzato dai Giovani Democratici il 9 febbraio scorso, sulle nuove opportunità di lavoro. Immancabile il riferimento al Maximall Pompeii che, attraverso l’investimento di privati, porterà a Torre Annunziata circa 1500 posti di lavoro. “Bisogna occuparsi del tema lavoro a 360 gradi, non solo aspettando gli investimenti dei privati o affidandosi al concorsone della Regione Campania. Occorre una consulta sul lavoro”.

IL COMMERCIO. Stessa attenzione ha richiamato anche il prossimo convegno. Un incontro tra tutti gli operatori del settore commerciale con l’obiettivo di “aprire una fase di ascolto con gli addetti ai lavori e proteggere anche la categoria di commercianti al di fuori del centro commerciale, come l’artigiano e la piccola bottega, sempre più a rischio di restare schiacciato dal peso dell’assenza di aiuti. Allo stato attuale non c’è un piano di inclusione commerciale sul territorio”, ha spiegato Luigi Monaco.

Al confronto parteciperanno anche il presidente Confcommercio locale Giuseppe Manto, l’onorevole Massimiliano Manfredi dell’assemblea nazionale PD, e i consiglieri regionali Antonio Marciano e Antonietta Ciaramella. Questi ultimi porteranno sul tavolo della discussione il testo unico sul commercio, approvato all’unanimità in seduta di consiglio martedì scorso.