Una notte di terrore a Torre Annunziata.

A poche ore dal pregiudicato gambizzato in via Plinio, ancora un raid. Cinque colpi di pistola sono stati esplosi contro la saracinesca della “Caffetteria degli Amici”, di via Fortuna.

Il fatto è avvenuto attorno all’una di questa notte, quando ignoti hanno fatto fuoco contro la serranda, armati di pistola. Poi, hanno fatto perdere le proprie tracce.

Sul posto è giunto il titolare dell’attività, che ha allertato la Polizia ed effettuato i primi rilievi del caso, in collaborazione con la Scientifica. A loro il complito di effettuare una perizia balistica sui bossoli calibro 9 ritrovati sul selciato. Oltre al titolare dell’attività, è stata ascoltata la moglie e il suocero. Al momento non è esclusa alcuna pista, anche se quella del racket sembra la più percorribile.

Non si tratta, infatti, del primo raid nei confronti del bar. Un episodio analogo si verificò l’anno scorso, quando furono esplosi altri colpi di pistola, sempre contro la saracinesca. Allora la pista più accreditata era quella della vendetta a scopo passionale. Nel 2018, invece, furono esplose due bombe carta nell’arco di due giorni.

Ora il nuovo raid. Informata anche la Procura della Repubblica di Torre Annunziata, che ha avviato i primi accertamenti e ricostruire tutti gli episodi in cui è stata coinvolta l’attività commerciale.

la preoccupazione

l'agguato