Una città falcidiata dalle tragedie. Il 2021 di Torre Annunziata è stato un anno da dimenticare anche e soprattutto per le morti tragiche che ha subito. Vite spezzate all’improvviso, per mano criminale, per follia omicida ma anche per drammatica fatalità.

E’ il 19 aprile quando Maurizio Cerrato morì con una coltellata al cuore soltanto per aver difeso sua figlia. Una banda di belve che non ha esitato un attimo a vendicarsi per una sedia spostata indebitamente dal loro posto auto. Hanno prima aggredito l’uomo, poi dopo qualche minuto sono tornati sul posto per concludere il massacro.

Il 4 novembre è stato Benito Capossela a lasciare nello sgomento la comunità di Torre Annunziata. Un infarto fulminante mentre era impegnato in tribunale a Napoli non ha lasciato scampo allo stimato preside del Liceo Pitagora Croce. Si è accasciato al suolo e non ha più ripreso conoscenza. E a nulla sono valsi i soccorsi prestati al preside. Anzi, nei giorni seguenti è stata aperta un’inchiesta per presunti ritardi nei soccorsi.

Il 15 dicembre è il giorno della follia omicida. Un docente in pensione, Pellegrino Reibaldi, ha ucciso con quattro colpi di pistola Maria Baran, la badante che aveva in casa per accudire la sorella. Un gesto senza spiegazioni, innescato dopo l’ennesima discussione per motivi futili con la badante che aveva in casa per accudire la sorella allettata. E’ andato in camera da letto, ha preso la pistola per poi ritornare in cucina e freddarla senza pietà.

Una scia di sangue e violenza che non ha risparmiato nemmeno l’antivigilia di Natale, quando a morire è stato Antonio Morione. L’uomo, originario di Torre Annunziata ma che gestiva una pescheria a Boscoreale, ha reagito a una rapina. I banditi che sono entrati nel suo negozio hanno puntato la pistola contro sua figlia e lui ha deciso di difendere il suo sangue. Sulla sua strada, però, ha trovato criminali a sangue freddo. Un colpo di pistola l’ha centrato in testa, non lasciandogli scampo.

Quattro tragedie che hanno segnato a lutto un intero comprensorio e che hanno inevitabilmente segnato un anno decisamente nero per Torre Annunziata.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

vai al video

I successi

rampa nunziante

il terremoto politico

le operazioni anticamorra