Contagi covid in costante crescita a Torre Annunziata, attesa per le nuove decisioni del sindaco Ascione.

Dopo l’esponenziale aumento di positivi in città e la conseguente decisione di far entrare la città in “zona arancione”, il primo cittadino era corso ai ripari. La decisione fu presa dopo la “strigliata” in diretta facebook del governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca, Ascione firmò il provvedimento per provare a frenare l’aumento dei contagi.

Oltra a scuole, sono stati chiusi bar, pizzerie, pub e pasticcerie, consentendo soltanto asporto e consegna a domicilio. In più, è stato previsto un rafforzamento di controlli da parte delle forze dell’Ordine e un aumento di telecamere di videosorveglianza. L’obiettivo era quello di provare a frenare l’ondata di nuovi contagi e tenere sotto controllo le zone a maggiore concentrazione di persone.

Gli effetti dell’ordinanza che scadrà oggi si vedranno nei prossimi giorni. Nel frattempo, dai 674 positivi registrati il 1 febbraio, Torre Annunziata è arrivata a quota 780 contagi attuali il 6 febbraio scorso. Numeri preoccupanti e che non accennano a diminuire. Lecito che il primo cittadino tenda a prolungare le chiusure ancora per un’altra settimana.

il bollettino

la nuova ordinanza

l'emergenza

i contagi