“Più delinquente di noi”. E’ la frase intercettata nell’auto di Nunzio Ariano. A dirla è l’ex vicesindaco di Torre Annunziata Luigi Ammendola.

La dichiarazione viene ampiamente analizzata dal pubblico ministero nel rapporto tra l’ex dirigente del comune e l’ex assessore ai lavori pubblici. Entrambi sono finiti in manette nell’ambito dell’ormai nota mazzetta delle Sette Scogliere.

L’ingegnere ex capo dell’UTC di Torre Annunziata viene intercettato mentre è nella sua vettura insieme ad Ammendola. Proprio quest’ultimo, nel commentare la notizia di una tangente del 10% che avrebbe dovuto versare un imprenditore ai dipendenti del comune, afferma pletealmente “Bravo! Più delinquente di noi!”

Una frase sicuramente suggestiva, come riconosce lo stesso Giudice per le Indagini Preliminari il quale non esclude che possa essersi trattato di una battuta. Tuttavia, lo stesso giudice, sottolinea il silenzio di Nunzio Ariano alla frase pronunciata da Ammendola.

la chat

lo sfogo delle mogli

Il particolare